martedì 13 febbraio 2018

Venice, Viareggio or Bagolino, which Carnival do you prefer?

There are several ways to celebrate Carnival in Italy, each one has its own style and custom.
All of them originate from historical traditions and what we admire during the Carnival festival is the result of a very long manual labour. The same happens here at Marinoni, where the objects are the fruits of the tradition and are handcrafted with love.


The Carnival of Venice 


Let’s start from the most famous one, the Carnival of Venice. Carnival is commonly the time of the year where all society differences are leveled - people could even make fun of authority and aristocracy. Today’s Carnival of Venice attracts thousands of tourists every year from all over the world, they can admire and also wear the spectacular typical masks. We matched this Carnival style with the Marinoni baroque pewter charger as during the 17th century, the baroque carnival was a way to save the glorious image of Venice worldwide.

The Carnival of Viareggio


The Carnival of Viareggio tastes like the sea and the coming summer and it is characterized by the multicolored and irreverent floats. The serenity and quietness of the Tuscan sea make a contrast with the variety of bold colours of the political caricature. That’s why we combined it with the Marinoni pewter and glass pitcher, which is clear and simple yet suitable to serve multicoloured juices. 


The Carnival of Bagolino



The Carnival of Bagolino is the one we know the best as it has its roots in the area of Brescia. It boasts ancient origins and its symbols are the “Mascher” (people wearing masks and costumes that are exact replicas of the old traditional male and female clothing) and the “Balarì” (masked dancers wearing white masks, wonderful traditional costumes and elegant hats). The Balarì represent the holy and aristocratic section of the society. Accompanied by the Sunadur (musicians), they perform suggestive folkloristic dances. The Mascher, by contrast, play the role of the joking, poor people; they also stage the simple and traditional old manual works. We thought the Marinoni object that better combines with the Carnival of Bagolino is the small pewter pitcher with crests which is an exact replica of the Dutch original one from the XVIII century.


Which is your favourite Carnival? Is there any other that better reflects your style?


mercoledì 7 febbraio 2018

Venezia, Viareggio o Bagolino: qual è il tuo Carnevale preferito?

In Italia abbiamo diversi tipi di Carnevale, ciascuno con il suo stile e le sue tradizioni. 

Ci sono alcuni elementi che li accomunano tutti, come il loro derivare da tradizioni storiche e il fatto che ciò che vediamo nei giorni del Carnevale è frutto di una lunghissima preparazione. Così è anche per i prodotti Marinoni, nati dalla tradizione e curati in ogni dettaglio, a mano, con amore.


Carnevale di Venezia


Partiamo dal più noto di tutti i carnevali, quello di Venezia. Il Carnevale è tradizionalmente il momento del livellamento di tutte le divisioni sociali, che autorizza persino la pubblica derisione delle autorità e dell'aristocrazia. L'attuale Carnevale di Venezia è uno spettacolare evento turistico, che richiama migliaia di visitatori da tutto il mondo per guardare e indossare le sue caratteristiche maschere. Allo stile del Carnevale di Venezia abbiamo associato il sottopiatto barocco in peltro Marinoni.


Carnevale di Viareggio


Il Carnevale di Viareggio è un Carnevale che ha il sapore del mare e dell'estate che arriverà. La sua caratteristica principale sono i carri allegorici, colorati e irriverenti. Ai mille colori accesi della satira politica si contrappongono la pacatezza e la serenità del mare.
A questo stile abbiamo associato la brocca in vetro e peltro Marinoni, semplice e trasparente ma capace di servire a tavola succhi e spremute dai mille colori.


Carnevale di Bagolino


Il Carnevale di Bagolino è quello che conosciamo meglio, perché ha le sue radici nel territorio della provincia di Brescia. I simboli del Carnevale di Bagolino sono i Mascher (maschere) e i Balarì (ballerini). I Balarì rappresentano la parte sacra e nobile della società e, insieme ai Sunadur (suonatori), animano la festa con musiche e danze tradizionali. In contrapposizione c’è il profano, interpretato dai Mascher che raffigurano il popolo scherzoso, la povertà, la semplicità e la tradizione dei lavori manuali legati ai ritmi della natura.

Al Carnevale di Bagolino abbiamo abbinato il nostro piccolo boccale cifrato in peltro, che riporta una serie di punzoni rappresentanti cifre e simboli di città, come l'originale olandese risalente al XVIII secolo.

Qual è il tuo Carnevale preferito? Ce ne sono altri che rispecchiano maggiormente il tuo stile?

lunedì 15 gennaio 2018

Ski chalets and mountain houses decor ideas

When it comes to food and fashion, it is natural to be inspired by the season; well, the little secret to make a house become your home is to do that with interior decoration too. You won’t need anything showy; a few well-mixed elements will do and they will easily create the right atmosphere.

Pewter is perfect to the purpose: being a precious material yet not a show-off, it enriches the most refined rooms with its timeless elegance. We made five mood-boards and we mixed Marinoni pewter items with other design objects, for you to get inspired.

The common denominator is the natural origin of the elements we chose such as felt, wood, fabric and pewter.

Let’s start with the brightest one, for the most energetic and lively people, where red dominates. A lamp with a red fabric cable, felt cushions, a wooden stool and the Marinoni pewter picture frame: see the result.


Our second proposal is more refined and design-oriented; curves and circles bring softness to this board. The Foscarini Caboche ceiling lamp determines the style of the scheme and it charmingly blends with the Muuto felt basket, the natural linen fabrics and the rounded corners pewter large tray.


In this combination, black adds definition to the natural colour scheme and provides a graphic contrast. The Nordic note is also given by the fur throw and the pewter and slate square tray. The Scandola rectangular table and the Hay chair complete the atmosphere.


With black as a dominant shade, tartan pattern and antlers chandelier, pewter grey in this combination has the ability to enhance other colours with a supremely sophisticated effect.  You can see the intriguing refined shades of grey with a hint of yellow in these Marinoni pewter objects: pewter and deer antlers lamp, charger and goblet


Our last proposal takes a natural palette with pale grey and light wood. Together with the fifties armchair and the wooden bench, the handcrafted pewter and glass hurricane and the deer antlers candleholder contribute warmth and character to the interior. 







venerdì 12 gennaio 2018

Idee per arredare la casa in montagna

Seguire le stagioni non solo con i vestiti e con il cibo, ma anche con l'arredamento: è questo uno dei segreti per entrare in sintonia con l'ambiente che ci circonda e vivere meglio. Non serve qualcosa di troppo vistoso, bastano alcuni piccoli elementi ben bilanciati per dare la giusta armonia.

Per questo scopo il peltro è l'ideale: si tratta di un materiale prezioso che non ama mettersi in mostra ma arricchisce, con la sua eleganza senza tempo, gli ambienti più preziosi. Abbiamo preparato cinque mood board che uniscono gli oggetti in peltro Marinoni con altri semplici oggetti di design, per arredare la vostra casa in montagna.

Il filo conduttore è la naturalità degli elementi selezionati, come il feltro, il legno, i tessuti e il peltro.

Iniziamo con la moodbord più accesa, per le persone esuberanti ed energiche, dove il rosso domina la scala cromatica. Una lampada con il cavo di tessuto, i cuscini in feltro, uno sgabello in legno e il portaritratto in peltro Marinoni. Ecco il risultato.



Il secondo mood che vi proponiamo è più raffinato e di design, dominato da curve e forme circolari. La lampada Caboche di Foscarini definisce lo stile e si abbina con il contenitore in feltro Muuto, la scelta di tessuti di lino naturale e il vassoio rettangolare in peltro con bordi arrotondati.





Passiamo ora ad una board dai toni più dark, dove il mood è definito dalla pelliccia di montone e rafforzato da un vassoio in peltro e ardesia. In questo caso i complementi d'arredo più adeguati sono il tavolo a capretta di Scandola e una sedia in legno di Hay.



Per chi ama il trionfo dell'eleganza e dello stile, passiamo al velluto nero e alla lampada in peltro e corna di cervo. Con questo mood si abbinano magnificamente il sottopiatto in peltro, la seduta Tartan e il calice in peltro Marinoni. Basta un colpo d'occhio per lasciarsi conquistare da questo mood!



Per finire, torniamo su tonalità più luminose con una poltrona anni '50, un portacandela in peltro e vetro e una panca in legno chiaro. Anche qui le corna di cervo possono aiutare molto a definire il mood della casa in montagna, questa volta in versione candeliere.



Cosa ne pensate di questi mood? Quale si addice di più al vostro stile?

sabato 18 novembre 2017

Italian Castagnaccio recipe

With chestnuts we suggest to prepare this ancient, traditional Tuscan recipe: the Castagnaccio It has poor origins and there are no eggs or butter in it. This is not a puffy cake and probably children won’t like it, but taste it with fresh ricotta, it’s fantastic!



INGREDIENTS


  • 300 grams chestnut flour
  • 4 tbsp caster sugar
  • 1 glass plain water
  • 2 tbsp extra-virgin olive oil 1 handful of raisins
  • 1 handful of pine nuts
  • 1 Rosemary sprout 


METHOD

Mix flour and sugar by sieving them, stir in water and olive oil. Add the raisins (that you previously soaked in water), the pine nuts and some fresh rosemary needles. Blend it all and put the cake butter into a tin. Bake at 180° for 30 minutes.

(pic: Marinoni pewter charger)



Ricetta Castagnaccio alla Toscana


Con le castagne, abbiamo scelto questa semplice e antica ricetta, tipica della Toscana Castagnaccio (torta di farina di castagne)

ricetta-castagnaccio-marinoni

INGREDIENTI
  • 300 grammi di farina di castagne
  • 4 cucchiai di zucchero
  • 1 bicchiere di acqua
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • Una manciata di uvetta
  • Una manciata di pinoli Rosmarino

PROCEDIMENTO

Setacciate la farina con lo zucchero, unite mescolando il bicchiere di acqua e 2 cucchiai di olio extravergine di oliva.
Aggiungete una manciata di uvetta ammorbidita in acqua, dei pinoli e qualche aghetto di rosmarino.
Versate in una teglia unta e infornate a 180° per circa 30 minuti.
Il castagnaccio va servito tiepido e tagliato a rombi. Potete abbinarlo ad affettati e formaggi, provatelo anche con la ricotta fresca!

(nella foto: sottopiatto in peltro marinoni)

Altre foto a seguire:

castgnaccio-marinoni

castgnaccio-marinoni

giovedì 9 novembre 2017

Franciacorta wine: the importance of territory and "terroir"

In the Franciacorta territory - that is a hilly geographical area in the northern Italy - the cultivation of grapes has remote origins, as proved by the findings of prehistoric grapevines and the writings of classical authors. The rich prehistoric archaeological material found, such as the remains of pile dwellings found in the area of Lake Iseo wetlands, tells how primitive populations lived there.

The cultivation of the vine has been consistent in Franciacorta, where, from Roman times to late-ancient times until the Middle Ages, vineyards have been growing thanks to favorable climatic and pedological conditions. With highs and lows, viticulture in these lands has never ceased.

What is the terroir and why is it important?

The French word terroir can be described as a well-defined area where natural, physical and chemical conditions, the geographical area and the climate allow the production of a specific wine which is identifiable with the unique characteristics of its territory.

Terroir also defines the interaction between many factors, such as soil, layout, climate, vine variety, winemakers and consumers of the product. Therefore, this word cannot be simply translated with the word "territory" as the concept is much more complex.

The Franciacorta terroir

Franciacorta's morenic origin gives to the land of this area an extraordinary mineral richness, which, together with the diversity of the soil, is the distinctive element of a high-quality viticulture, fully appreciated in the sensory characteristics of each Franciacorta wine.

The pre-alpine weather characterizes the grapes ripening thanks to the cold air during the night and the daytime warmth. Moreover, the mild wind blows from the Alps to the fertile Po valley protecting the grapes from diseases, that means a more genuine growth and final product.

Marinoni is proud to belong to the Franciacorta terroir and territory.